Ambiente

Fumi Molentargius: contaminazione metalli pesanti e idrocarburi

Molti elementi sono stati assorbiti dalle piante, in particolare dalle canne, e dopo gli incendi appiccati a piu' riprese nel parco quest'estate, sono stati rilasciati e concentrati nel suolo superficiali.

Cagliari, 1 dic - E' risultata contaminata, perlomeno nella parte piu' superficiale, l'area del parco di Molentargius, nel territorio di Quartu Sant'Elena (Cagliari), dove lo scorso settembre si erano sprigionati per giorni fumi nocivi. La causa era la combustione senza fiamme, in localita' Su Idanu, di canne e altro materiale vegetale, misto a buste di plastica e altri rifuti come carte di caramelle e pannolini, probabilmente trascinati dalle acque del vicino rio Is Cungiaus. L'Arpas, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, che ha prodotto una relazione dopo una serie di campionamenti di aria e suolo interrotti il 15 novembre scorso, ha rilevato la presenza di selenio, vanadio e idrocarburi a lunga catena, probabilmente dovuta alla presenza di attivita' industriali, oltre a quella di metalli pesanti, come piombo, antimonio, rame, zinco, arsenico e argento. All'origine della contaminazione ci sono le acque e i sedimenti riversati nei decenni dal rio Is Cungiaus. La generale contaminazione e' stata riscontrata nei 15 campioni prelevati in nove stazioni di campionamento.
   Molti elementi sono stati assorbiti dalle piante, in particolare dalle canne, e dopo gli incendi appiccati a piu' riprese nel parco quest'estate, sono stati rilasciati e concentrati nel suolo superficiali. Negli strati piu' profondi, invece, i valori dei metalli pesanti sono nella norma, ma risultano superiore ai livelli di legge quelli degli idrocarburi.
In due punti dell'area, inoltre, secondo la relazione inviata dall'Arpas al comune di Quartu, e' stata superata, di poco, la concentrazione soglia di contaminazione (Csc), cosi' come quella di benzo(a)pirene, probabilmente a causa della combustione che a settembre aveva costretto il sindaco a chiudere alcune scuole e a firmare un'ordinanza per invitare gli abitanti delle case vicine a tenere le finestre chiuse.
   La campagna di monitoraggio, condotta dal 25 settembre scorso, non ha evidenziato, invece, criticita' della qualita' dell'aria, inclusi i parametri della diossina e degli idrocarburi policiclici aromatici. Nei primi giorni dei rilievi l'Arpas ha registrato, pero', valori sopra la media (anche se nella norma) delle polveri sottili (Pm10) e del benzene, criticita' rientrate nelle ultime settimane.
   "Rimane, comunque, irrisolta, la questione della ciclicita' degli incendi l'estate scorsa nel parco di Molentargius", commenta il sindaco di Quartu Sant'Elena, Steafano Delunas, "sulla cui dolosita' si rimane in attesa di ulteriori sviluppi".

Categoria: