Teatro

Lirico Cagliari: "prima" europea per "La Ciociara" di Tutino

La Ciociara (foto San Francisco Opera)
Il progetto e' proseguito poi con "La bella dormente," sempre di Ottorino Respighi, che ha inaugurato la Stagione lirica cagliaritana, con le recite all'aperto, la scorsa estate, di Rigoletto di Giuseppe Verdi alla Forte Arena di Santa Margherita di Pula e di "L'ape musicale" di Lorenzo Da Ponte al Teatro Civico di Castello a Cagliari e in tre diverse localita' del circuito regionale: Barumini, Dolianova e Villaspeciosa.

Cagliari, 22 nov. - Rientra nel progetto di internazionalizzazione sostenuto dalla Regione Sardegna l'allestimento di "La Ciociaria" di Marco Tutino che debutta, in prima esecuzione assoluta in Europa, venerdi' prossimo, 24 novembre, alle 20.30 per la Stagione lirica e di balletto 2017 del Teatro Lirico di Cagliari, diretto dal sovrintendente Claudio Orazi. Il programma e' stato avviato nell'aprile 2016 con le rappresentazioni dell'opera "La campana sommersa" di Ottorino Respighi che, dopo le recite cagliaritane, e' approdata, fra marzo e aprile scorsi, alla New York City Opera, in occasione dei 90 anni dalla "prima" americana dell'opera.
   Il progetto e' proseguito poi con "La bella dormente," sempre di Ottorino Respighi, che ha inaugurato la Stagione lirica cagliaritana, con le recite all'aperto, la scorsa estate, di Rigoletto di Giuseppe Verdi alla Forte Arena di Santa Margherita di Pula e di "L'ape musicale" di Lorenzo Da Ponte al Teatro Civico di Castello a Cagliari e in tre diverse localita' del circuito regionale: Barumini, Dolianova e Villaspeciosa.
Quest'autunno al progetto sono legati anche la I edizione del Concorso Internazionale di Canto lirico "Giusy Devinu" (settembre) e le recite di "La fanciulla del West" di Giacomo Puccini, che prima di Cagliari e' stata rappresentata all'Opera Carolina di Charlotte (in aprile), alla New York City Opera (a settembre) e, in questi giorni, e' in scena al Teatro del Giglio di Lucca per poi proseguire a Pisa, Livorno e Ravenna.
   "Abbiamo sostenuto con grande convinzione l'operazione del Teatro Lirico di Cagliari, un progetto importante che punta all'internazionalizzazione ed all'innovazione delle produzioni ma anche alla valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali della Sardegna", spiega l'assessore regionale del Bilancio, Raffaele Paci. "Stanziando 4 milioni 700mila euro abbiamo deciso di completare questo progetto con un doppio obiettivo: favorire la sinergia fra le realta' artistiche della Sardegna, perche' facendo rete creino un circuito regionale importante, e rafforzare le collaborazioni internazionali in modo da far conoscere ed esportare le nostre eccellenze, non solo culturali ma anche artistiche e ambientali in chiave di attrazione turistica. L'ottimo successo di questa operazione del Teatro Lirico, che e' la nostra piu' grande impresa creativa, dimostra che la direzione e' quella giusta".

Categoria: