INIZIATIVA DI SOLIDARIETÀ

Bosa: la GDF dona abbigliamento sequestrato ai più bisognosi

L’iniziativa ha avuto la duplice finalità di dare un aiuto concreto a chi più ha bisogno e di smuovere l’attenzione dell’opinione pubblica sul fenomeno della vendita di merce contraffatta che produce una significativa alterazione del mercato regolare, causando ingenti perdite a tutta la filiera produttiva e commerciale dei prodotti regolari.

Nei giorni scorsi, i militari della Brigata della Guardia di Finanza di Bosa Marina hanno devoluto in beneficenza un importante quantitativo di merce contraffatta alla Caritas Diocesana di Oristano da sempre impegnata in opere caritatevoli ed assistenziali verso le persone e comunità che vivono in situazioni di difficoltà.

L’intensa attività di lotta all’abusivismo commerciale ed alla contraffazione, posta in essere durante l’estate mediante un efficiente impianto integrato di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza e dalla Prefettura di Nuoro, ha permesso di individuare e sequestrare, in più interventi, numerosi capi di abbigliamento contraffatti e contrastare molteplici casi di commercio abusivo soprattutto in concomitanza dei periodi di maggior afflusso turistico.

La donazione dei capi di abbigliamento previa eliminazione o cancellazione dei marchi e dei segni distintivi dei prodotti contraffatti, è anche il frutto di un’eccellente sinergia tra la Guardia di Finanza e l’Autorità Giudiziaria oristanese finalizzata ad aiutare i soggetti più bisognosi del territorio.

L’iniziativa ha avuto la duplice finalità di dare un aiuto concreto a chi più ha bisogno e di smuovere l’attenzione dell’opinione pubblica sul fenomeno della vendita di merce contraffatta che produce una significativa alterazione del mercato regolare, causando ingenti perdite a tutta la filiera produttiva e commerciale dei prodotti regolari.

Categoria: