amministrazioni e Regione

Masainas, il sindaco Ivo Melis sull’esclusione del Sulcis dalla Ciclovia Sardegna

"spiace notare che il percorso tracciato non tiene conto e non interesserà minimamente la zona del Sulcis"

Apprendo in questi giorni che il Ministero dei Trasporti ha accolto la richiesta di comprendere la Ciclovia Sardegna all'interno della Ciclovia Nazionale, unitamente alla certezza del trasferimento dei fondi ad essa dedicati. Ritengo che la firma del Protocollo tra la Regione e il Ministero sia una iniziativa di grande portata che, per la sua finalizzazione di promozione del turismo sostenibile, lento, rurale e a vantaggio delle zone interne, rappresenta un buon passo in avanti verso quel sistema di sviluppo alternativo che tutti auspichiamo per la Sardegna. Tuttavia, spiace notare che il percorso tracciato non tiene conto e non interesserà minimamente la zona del Sulcis, dell'iglesiente e di parte del medio campidano. Ritengo che sarebbe opportuno riflettere su una eventuale revisione del percorso per dare una maggiore attenzione anche a questi territori che hanno una vocazione naturale a questo genere di turismo e per il quale negli anni, su iniziativa dei Comuni e dell'ex Provincia, si è investito parecchio. Occorrerebbe anche riflettere sull'impatto della nuova legge regionale sulla destagionalizzazione turistica e ripensare al dislocamento degli Uffici Turistici che, con la soppressione delle ex Province e la nuova legge regionale sugli enti locali, tende a penalizzare il territorio del Sulcis. Credo che ci saranno tempi e modi per correggere al meglio tutti questi elementi e ritengo utile e necessario un incontro della Regione con le amministrazioni interessate per una programmazione a 360 gradi sullo sviluppo turistico del territorio sulcitano.

Categoria:

Regione: