Animali

A Sassari, prima banca sangue veterinario della Sardegna

Potranno diventare donatori gli animali in buona salute, vaccinati e di età non superiore a otto anni. "A fronte delle numerose necessità e della crescente richiesta da parte dei veterinari, il sangue non è facilmente reperibile", spiega Maria Lucia Manunta, direttrice sanitaria dell'ospedale veterinario di Sassari.

Sassari, 12 lug. - Per la prima volta in Sardegna anche cani e gatti potranno donare il sangue a una banca veterinaria. L'ha attivata l'ospedale didattico veterinario dell'università di Sassari, aperto cinque anni fa, dopo un iter avviato nel 2016. Regione e ministero della Salute hanno approvato l'8 febbraio scorso il nuovo servizio che sarà presentato ufficialmente venerdì prossimo alle 10 nell'aula B del Dipartimento di medicina veterinaria, in via Vienna 2 a Sassari, durante l'incontro di aggiornamento su "Trasfusione di sangue ed emocomponenti nel cane".
   Potranno diventare donatori gli animali in buona salute, vaccinati e di età non superiore a otto anni. "A fronte delle numerose necessità e della crescente richiesta da parte dei veterinari, il sangue non è facilmente reperibile", spiega Maria Lucia Manunta, direttrice sanitaria dell'ospedale veterinario di Sassari. "Con la trasfusione, il sangue viene trasferito da un soggetto donatore sano a uno ricevente. Le principali indicazioni cliniche sono tutte le forme emorragiche traumatiche e non, compresi gli avvelenamenti, i disturbi della coagulazione e le malattie del sangue come leucemia ed emofilia". I donatori sono volontari e riceveranno gratuitamente tipizzazione per il gruppo sanguigno e, ogni sei mesi, visita clinica, valutazione ematologica, biochimica, sierologica e coprologica. Sono richieste 2-3 donazioni l'anno, programmate ogni 4-6 mesi. I dati del donatore verranno inserite nel database dedicato, dove sarà registrato regolarmente ogni dato clinico e di laboratorio dell'animale, in modo da garantire massima sicurezza sia per il donatore sia per il ricevente.

Categoria: