prevenzione e salute

Trichinella: continua a fare paura nel centro della Sardegna

Il territorio del Comune di Orgosolo non è purtroppo nuovo a questo genere di ritrovamenti soprattutto fra volpi e cinghiali

È stato ritrovato ieri pomeriggio nel territorio di Orgosolo, in località Locoe verso l’agro di Nuoro e Oliena, il corpo di una volpe investita da un’auto che, dagli esami parassitologici fatti dall’Istituto zooprofilattico (IZS) di Nuoro, è risultata positiva al letale parassita, la Trichinella. L’animale, recuperato in campagna da un veterinario della ASSL locale, è stato consegnato all’IZS per i controlli di rito che vengono sempre svolti sulle carcasse ritrovate in campagna o nel periodo venatorio su tutti i cinghiali abbattuti.

Il territorio del Comune di Orgosolo non è purtroppo nuovo a questo genere di ritrovamenti soprattutto fra volpi e cinghiali. La novità dell’ultimo caso riguarda la zona del rinvenimento della volpe, ben lontana dagli areali classici dove in passato erano stati segnalati gli animali positivi.

“Questo dimostra che il parassita è ancora presente, in movimento, e quindi bisogna mantenere la massima attenzione evitando il consumo di carni non controllate, a favore di quelle certificate e sicure”. Lo ha detto il direttore generale dell’IZS della Sardegna, Alberto Laddomada, nel commentare le risultanze di laboratorio comunicate da Nuoro. “Invitiamo i cittadini a segnalare la presenza di animali morti lungo le strade o in campagna – ha ricordato Laddomada – ma li allertiamo soprattutto affinché prestino la massima attenzione nel consumo di carni, in particolare suine. Durante le vacanze capita infatti spesso di fare dei pranzi fra amici: stiamo attenti nell’acquistare prodotti fintamente artigianali e perciò pericolosi per la salute umana. Nel caso di macellazioni domestiche, previste dalla legge, è obbligatoria la presenza di un veterinario che attesti la salubrità delle carni”.

 Gli animali non controllati potrebbero avere virus, parassiti o altri patogeni letali per la salute dell’uomo, come la Trichinella.
 
La Trichinellosi è una zoonosi (malattia trasmessa dagli animali all'uomo) di natura parassitaria trasmessa da un verme, un Nematode del genere Trichinella. Presente in tutti i continenti tranne che nell’Antartico, è stata segnalata in più di 100 specie di mammiferi, 13 specie di uccelli, 3 specie di rettili. Nell'uomo causa una malattia grave, anche mortale, e colpisce più di 2.500 persone all’anno. Il parassita è presente in Sardegna dal 2005 quando in due distinti focolai (aprile e dicembre) 19 persone finirono in ospedale con sintomi clinici causati da grave infestazione di Trichinella. In entrambi i casi venne accertata che l’origine dell’infestazione era dovuta al consumo di insaccati freschi provenienti da suini macellati senza controllo sanitario. I casi si verificarono a Orgosolo.

Categoria:

Regione: