Cronaca

Seui: nuova pesante intimidazione

Seui
Oggi un nuovo, pesantissimo atto intimidatorio. Stavolta nel mirino degli attentatori e parrebbe, dello stesso fucile calibro 12, c'é la casa di campagna del suocero del sindaco

"Non so se questi episodi siano collegati alla nostra attività politica per me è difficile dirlo. Quello che so è che stiamo lavorando per il bene dei cittadini e per raggiungere un obiettivo comune. Ma quello che sta accadendo blocca ogni nostro entusiasmo, può capitare una volta, due volte ma poi diventa difficile da sopportare. Speriamo che presto venga individuato l'autore di queste azioni" Con queste parole dette all'Ansa, l'assessore Raimondo Gaviano, commentava pochi giorni fa i due episodi intimidatori che avevano per protagonisti lui ed il compagno di una delle consigliere comunali, Federico Ibba, allevatore di 30 anni . Entrambi, nella notte del 19 marzo furono vittime di due fucilate, esplose all'indirizzo delle loro auto. Oggi un nuovo, pesantissimo atto intimidatorio. Stavolta nel mirino degli attentatori e parrebbe, dello stesso fucile calibro 12, c'é la casa di campagna del suocero del sindaco Cannas. I carabinieri della compagnia di Jerzu, che hanno ricevuto la denuncia domenica, giorno in cui la famiglia Cannas si è accorta dell'attentato, indagano a 360 gradi, per quanto sia verosimile che i 3 fatti, avvenuti in un lasso di tempo così breve, siano collegati tra loro. Una delle ipotesi è che alcuni atti del Comune, che hanno redistribuito i terreni ad uso civico, siano motivo di malcontento in paese.

di SONIA DEIANA

Categoria: