Carnevale

"A Maimone", il carnevale antico di Samugheo tra maschere e tradizione

foto: Andrea Muru
A Samugheo la 22° edizione di "A Maimone", il carnevale antico che attrae ogni anno sempre più interesse tra spettacolo e tradizione.

E' stato anche quest'anno un successo la 22esima edizione di 'A Maimone', "Su Carrasegare Antigu Samughesu" ha attratto centinaia di persone da tutta l'isola con la solita formula che fonde la tradizione antica del carnevale allo spettacolo.
L'appuntamento organizzato dal Gruppo etnico culturale Mamutzones de Samugheo ha proposto la sfilata delle più belle e antiche maschere della tradizione sarda, maschere ancestrali antropomorfe e zoomorfe che coi loro ritmi e balli riportano lo spettatore alle radici della nostra terra tra balli propiziatori e campanacci che rimandano alla vita agropastorale.

Attraversano per primi il paese i piccoli Mamutzones di Samugheo, al centro poi dell'attenzione forse i due gruppi più attesi, i Mamuthones e Issohadores di Mamoiada che propongono il loro tradizionale spettacolo fatto di funi e danze cadenzate, coinvolgendo anche il pubblico.
Uno dopo l'altro raggiungiono il centro storico di Samugheo i Boes e Merdules di Ottana e Sos Tumbarinos di Gavoi che deliziano il pubblico coi loro tamburi.
La sfilata continua ancora con i Sos Thurpos di Orotelli, Su Bundu di Orani, i Sos Maimones e su Ballu de sa Vargja di Oniferi, i Maimones, Murronarzos e Intintos di Olzai, Cambas de Linna di Guspini, Mascaras de Baunei e Mascaras de lardajolu di Dorgali.
Chiudono infine la manifestazione i padroni di casa: i Mamutzones.
La manifestazione si chiude in tarda serata con il calare del sole e gli applausi del pubblico.

di STEFANO ARE